Holter cardiaco
4 Maggio 2019

TENDINOPATIE ED OZONOTERAPIA

Le infiltrazioni peritendinee con Ozono


L’ozono è uno dei più potenti antinfiammatori e risulta pertanto estremamente efficace in tutti i casi di tendiniti acute o tendinosi croniche i cui sintomi sono:
- dolore spontaneo, specie da sforzo, con conseguente limitazione o sospensione delle attività lavorativo/sportive.

- dolore alla pressione del tendine interessato;
- il tendine spesso è ispessito e con una superficie irregolare (rigonfiamento);
- a volte può esserci anche la presenza di tumefazione sottocutanea causata dall’edema del tessuto peritendineo.


Di solito, qualora le terapie fisiche risultino fallimentari, nella maggior parte dei casi, viene proposta l’infiltrazione locale con cortisone.
L’ozono ha una potente azione anti-infiammatoria assolutamente sovrapponibile al cortisone senza tuttavia avere i suoi effetti collaterali.
Infatti non ha alcun effetto lesivo sul tendine e l’infiltrazione peri-tendinea può essere eseguita pertanto in totale sicurezza anche se non si dispone di una guida ecografica.
Non dimentichiamo inoltre che il cortisone può indurre anche atrofia dei tessuti superficiali.


Tra le più note tendinopatie e che possono essere trattate con le infiltazioni peritendinee di ozono troviamo:
- EPICONDILITI
- EPITROCLEITI
- INFIAMMAZIONI DEL TENDINE D’ACHILLE
- FASCITI PLANTARI
- INFIAMMAZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DE QUERVAIN
- TENDINITE DELLA ZAMPA D’OCA
- TENDINITE DEL ROTULEO
- TENDINITE DEL T. QUADRICIPITALE