Cos’è l’ansia?

La spesa di Settembre
2 settembre 2018
COS’E’ L’OSTEOPATIA?
3 ottobre 2018

Cos’è l’ansia?

Sono un po’ in ansia” “che ansia” “mi fai venire l’ansia” oggigiorno queste espressioni si sentono costantemente uscire dalle bocche di grandi e piccini.
Ma che cos’è l’ansia? L’ansia è una delle nostre emozioni di base anche se considerata “scomoda” dalla maggior parte di noi nonostante sia necessaria. Il suo ruolo principale è quello di attivarci rispetto a situazioni nuove, o di aiutarci mettere a fuoco e a superare determinati ostacoli che ci si parano davanti. In alcuni casi però possiamo, da essa, sentirci completamente inghiottiti.

Queste ansie possono derivare da grandi paure come un attacco terroristico o da timori quotidiani come il non trovare lavoro, non essere all’altezza, sentirsi insicuri in una relazione; siamo in un’epoca in cui è evidente un’ansia collettiva che ci impedisce di immaginarci un futuro sereno e prospero. In alcuni casi l’ansia può arrivare a inficiare le nostre attività quotidiane, compromettendo la nostra capacità di valutare i rischi reali di ciò che ci accade intorno.

Dal punto di vista fisiologico l’ansia si associa ad una risposta del sistema nervoso simpatico provocando un aumento di adrenalina e noradrenalina nel circuito sanguigno, agevolando una risposta dei riflessi, preparando il nostro corpo a fronteggiare la situazione nell’immediato. Quando ci sentiamo costantemente minacciati da pericoli interni reali o percepiti, il nostro corpo produce costantemente adrenalina inducendo uno stato di perenne attivazione, un po’ come se fossimo costantemente sotto attacco.

L’ansia è spesso un campanello di allarme che ci dice che qualcosa nella nostra vita non sta andando nel verso giusto, che non stiamo seguendo i nostri desideri, che stiamo sacrificando la nostra vera essenza per gli altri o per quello che ci chiede la società. Non è però così semplice accorgerci di che cosa ci sta comunicando l’ansia, di che cosa cambiare e in che direzione andare rischiando di rimanere impigliati in una rete di sofferenza. Potrebbe essere quindi utile rivolgerci a qualcuno che ci aiuti ad ascoltare il messaggio fastidioso dell’ansia, accettandolo e affrontandolo con rinnovata consapevolezza permettendo così il cambiamento e l’evoluzione.

Dott.ssa Alessia Bongianino
Dott.ssa Noemi Sirtori