Dott. Corrado Perego
29 Marzo 2017
Dott.ssa Alessandra Ardemagni
3 Aprile 2017

L’importanza della visita Ortottica

 

La visita ortottica è veramente importante per:

  1. Valutazione, misurazione e terapia dello strabismo
  2. Valutazione e trattamento dell’ambliopia (occhio pigro)
  3. Prevenzione visiva in età infantile
  4.  training ortottico per deficit di convergenza e fusione
  5. Valutazione e rieducazione di deficit di accomodazione  e convergenza
  6. Prevenzione dell’astenopia, o sindrome da affaticamento visivo, che può colpire chi lavora al videoterminale o PC.
  7. Valutazione e terapia della diplopia binoculare
  8. Gestione torcicollo oculare e altre alterazioni posturali
  9. visite per dislessia visuo-percettiva
  10. esecuzione della maggior parte delle indagini diagnostiche: schermo di Hess-Lancaster, campo visivo computerzzato, microperimetria, OCT, topografia corneale, pachimetria corneale, conta endoteliale corneale, tonometria.

child-518071_640

In particolare, l’ortottica  studia  la motilità oculare, cioè l’azione congiunta dei muscoli oculomotori, i deficit muscolari, innervazionali e sensoriali che colpiscono l’apparato visivo con lo scopo di rafforzare l’integrazione dell’attività sensitiva e motoria di entrambi gli occhi.

FONDAMENTALE in età PEDIATRICA per la diagnosi precoce delle anomalie che possono colpire il regolare sviluppo della funzione visiva.

In età ADULTA, l’ortottista svolge un ruolo importante nella riabilitazione di pazienti con deficit motori e sensoriali a carico dell’apparato visivo come ad esempio i deficit di convergenza e fusione che sono alla base del cosiddetto stress da affaticamento visivo.