Psicologia nello sport

Intolleranza al lattosio
9 marzo 2017
Dott. Massimiliano Cazzaniga
14 marzo 2017

Psicologia nello sport

A cosa serve lo psicologo dello sport?
Lo psicologo in ambito sportivo va ad analizzare i processi emotivi, cognitivi e comportamentali connessi con le prestazioni di tutta la squadra ma anche dei singoli atleti. Molte ricerche dimostrano come, anche le abilità mentali, non solo quelle fisiche possono essere allenate e potenziate in modo tale da incidere sulla prestazione atletica.

L’attività svolta dallo psicologo è atta ad apportare un miglioramento della performance tramite l’intervento su alcune aree fondamentali per il buon esito sportivo ma non solo come: capacità di concentrazione, gestione dell’ansia e dello stress, autostima, motivazione, autoefficacia, autoconsapevolezza rispetto al proprio modo di essere e reagire di fronte ai diversi ostacoli e superamento di essi, recupero post infortunio.
Le attività principali svolte sono:
– Analisi e valutazione delle interazioni e delle dinamiche socio-affettive nei gruppi e nelle squadre sportive;
– Assestment delle caratteristiche psicofisiche, motivazionali e di personalità degli sportivi;
– Training individuali per l’incremento dell’attenzione, dell’autostima, della concentrazione e quindi della prestazione.
– Colloqui individuali o di gruppo per acquisire strategie volte a superare le difficoltà insite nella competizione e le battute d’arresto psicofisiche dovute a momenti di stress, ottimizzare il recupero post-infortunio e migliorare la percezione di autoefficacia.