Gli effetti della CRIOTERAPIA.

La crioterapia e la terapia da shock-termico.
1 febbraio 2017
Conosciamo CRYO THERMO SHOCK
3 febbraio 2017

Gli effetti della CRIOTERAPIA.

LA CRIOTERAPIA è efficace
Perché il caldo ed il freddo, nello shock-termico, si susseguono in modo repentino, dando adito a fenomeni di vasocostrizione e vasodilatazione in grado di creare una stimolazione biologica locale e profonda.

crioterapia MedeorEffetto antiflogistico
La crioterapia svolge un’azione antiflogistica perché, rallentando il metabolismo cellulare, riduce la produzione e la liberazione dei mediatori chimici della flogosi (istamina, bradichinina, serotonina).

Effetto antiedemigeno
La crioterapia è molto efficace nel trattamento degli edemi, specialmente post-traumatici. L’effetto antiedemigeno è correlato all’azione antiflogistica e alla vasocostrizione, la quale limita lo stravaso ematico dei tessuti.

Effetto Antalgico
Il freddo notoriamente attenua la sintomatologia dolorosa, perché inibisce le terminazioni nervose, rallenta la conduzione nervosa degli impulsi algogeni e riduce i fenomeni flogistici locali.

crioterapia doloreEffetto miorilassante
Il freddo riduce il tono muscolare e la spasticità. Per ottenere tali effetti, è necessario che le sedute siano abbastanza lunghe; le applicazioni di breve durata invece, agendo sui nocicettori, provocano contrazione muscolare riflessa.

È operatore dipendente
Perché al centro del trattamento vi è il fisioterapista in funzione delle cui doti di sensibilità, capacità ed interazione col paziente discendono i risultati. Il dispositivo medico è uno strumento nelle sapienti mani del fisioterapista che è e deve essere l’artefice del trattamento.

È importante sottolineare che stiamo parlando di una metodica ad applicazione locale, eseguita manualmente da un fisioterapista o medico, con temperature che vanno dai + 41° ai -18°. Una evoluzione dedicata ad un’ampia platea di persone
portatrici di svariate patologie in cui il dolore e/o l’infiammazione sono le manifestazioni più eclatanti.